La Curva Lunare - Lunar Curve

1/1
La Curva Lunare -  Lunar Curve
 
Sono felice di condividere con voi questa fotografia che ha richiesto parecchio tempo per la sua realizzazione. Si tratta di una composizione di 28 scatti in cui ho voluto rappresentare la posizione e le fasi mutevoli della Luna sopra le cime del Gruppo Cridola, in Italia, durante un mese lunare, chiamato mese sinodico.

Con un software astronomico ho calcolato per 27 giorni la posizione della Luna ogni 1481 minuti (24 ore e 41 minuti), ma per la cattura di tutte le fasi lunari ho impiegato un anno intero perché il meteo, nel mio paese, è spesso sfavorevole. Le lune nella fase calante, a sinistra, sono state catturate a gennaio 2017 mentre le lune nella fase di crescita, a destra, tra il mese di luglio 2017 e dicembre 2017. Per fotografare la luna ho usato un teleobiettivo da 400 mm. Per il paesaggio ho usato un grandangolo da 20 mm.

Approfondimenti:La posizione della Luna è stata ripresa ogni 1.481 minuti, ossia 24 ore e 41 minuti. Per ottenere un analemma classico, sarebbe stato necessario attendere 24 ore e 51 minuti (il ritmo del mese lunare). C’è uno scarto di 10 minuti. In questo modo la sua Luna è sempre un po' “in anticipo” e questo giustifica la curva più ampia: il satellite nella fotografia è infatti localizzato un po’ più a sinistra della
posizione tipica dell’analemma. L'anticipo, che alla fine è di circa 4 ore tra la il primo giorno (in alto a destra) e l'ultimo (in basso a sinistra), non ha effetto sulla fase lunare ripresa, almeno per ciò che riusciamo a percepire da terra (l'illuminazione del satellite non varia sensibilmente in questo lasso temporale). Quindi, ad eccezione della prima ripresa (quella in alto a destra: come spiegato prima, la progressione cronologica va da destra a sinistra), la collocazione della Luna nella volta celeste è sempre più distante da quella classica.
Si tratta dunque di una scelta: la composizione non rappresenta il mese sinodico ma "solo" la curva lunare, riproducendo qualcosa che esiste realmente ma che non ha una definizione precisa.
Per una questione di correttezza e chiarezza, ho volutamente parlato di “curva lunare” e non di “curva sinodica” o di “analemma lunare” proprio in riferimento agli intervalli temporali più brevi tra le riprese.
Non sarà un analemma classico ma è comunque e certamente una curva di grande fascino!
This is a lunar curve, not a lunar analemma and I explain why.
The position of the Moon has been resumed every 1,481 minutes, ie 24 hours and 41 minutes. For get a classic analemma, it would have been it is necessary to wait 24 hours and 51 minutes (the rhythm of the lunar month). There is a 10 minute gap.
In this way his Moon is always a little "in advance" and this justifies the wider curve: the satellite in the photograph is in fact located a little further to the left of the typical position of the analemma. The advance, which at the end it is about 4 hours between the first day (in top right) and the last (bottom left), not has effect on the lunar phase recovered, at least for this that we can perceive from the ground (enlightenment of the satellite does not vary significantly in this time frame). So, except for the
first shot (the one at the top right: as explained before, the chronological progression goes from right to left), the placement of the Moon in the heavenly vault is always farther from that classic.
It is therefore a choice: the composition it does not represent the synodic month but "only" the lunar curve, reproducing something that exists really but that does not have a precise definition.
For a question of correctness and clarity, I deliberately talked about "lunar curve" e not of "synodic curve" or "lunar analemma" just in reference to the longer time intervals
short between shots.
It will not be a classic analemma but it is anyway and certainly a curve of great charm!
 
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now